Category Archives: Magazine

new photoshoot – Robert per Esquire UK

imagebam.com imagebam.com
      

The Rover: Intervista con The Courier Mail

Seven weeks in the baking heat of the South Australian Outback has accomplished something even an army of vengeful Volturi couldn’t.

Described by one influential industry magazine as “career redefining”, Robert Pattinson’s against-type performance as a slow-witted drifter in desert Noir thriller The Rover has enabled him to emerge from the long shadow cast by the Twilight franchise.

That might explain the 28-year-old English actor’s relaxed and charming demeanour during interviews for David Michod’s hotly-anticipated follow-up to Animal Kingdom — the film that reinvented both Jacki Weaver’s and Ben Mendelsohn’s careers — which stands in marked contrast to his polite and unassuming but slightly-guarded approach to the media at the height of the Twilight phenomenon.

Pattinson says the glowing reviews that came out of the Cannes Film Festival last month, where The Rover screened in a prestigious midnight slot, felt like a validation “for about five seconds”.

Continue Reading →

PATTINSON RUBA LA SCENA! THE ROVER – recensione a 5 stelle

DIRECTOR CUT MOVIES.COM:

Robert Pattinson The Rover trailer

The Rover è ambientato in una versione futura dell’ Australia occidentale, dieci anni dopo il crollo economico globale. Si segue la storia di Eric (Guy Pearce), un sopravvissuto violento in questo paese desolato, dopo che la sua auto viene rubata da un trio di teppisti feriti, di ritorno da una recente rapina non riuscita. Eric si imbatte in un giovane straniero, dalla mente semplice chiamato Rey (Robert Pattinson), che succede sia anche il fratello di uno dei ladri d’auto. Rey è l’unica speranza di Eric per riprendersi ciò che è suo.

Sono entrato a vedere questo film senza saperne davvero nulla.
Posso vedere solo 4,o forse 5 film al Sydney Film Festival di quest’anno e questo era il primo della partita. Non sapevo niente al riguardo, se non un paio di foto che avevo visto sul sito del SFF e così questo film mi ha davvero sorpreso. Non solo è il miglior film australiano che sia stato fatto da molto tempo a questa parte, ma è anche uno dei migliori, se non il miglior film uscito nel 2014 finora.

Robert Pattinson ruba la scena con la sua performance innovativa, Guy Pearce gli sta troppo indietro.
Robert Pattinson non è un cattivo attore, è solo il materiale tipo la saga di Twilight che abbassa il livello della sua credibilità.

Continue Reading →

Nuovo Outtakes + Intervista con Hollywood Reporter

Nuovissimi Outtakes rilasciati da The Hollywood reporter + intervista da Cannes [traduzione ITA sotto le foto]

 
imagebam.com imagebam.com   imagebam.com imagebam.com 
Continue Reading →

Nuova outtakes di Robert da “Les InRockuptibiles magazine” + intervista

Sulla rivista Les InRockuptibiles abbiamo un Pattinson nella vasca *_* Che dire? MAGNIFICO !
 photo croppedSanstitre2.jpeg

“Sapete se c’è in giro Leos Carax? ” chiede Robert Pattinson ingenuamente . (Camicia bianca e e maglietta color cachi bucata ) quando evochiamo Juliette Binoche e  “Les amants du Pont Neuf ” , uno del suoi film preferiti.

Noi gli spieghiamo che il padre di “Monsieur Merde” (film del regista Carax nota nostra) non è un frequentatore dei party a Cannes, ma è probabile imbattersi in lui ogni mattina , al momento della colazione con un cornetto e caffè in un bar della XXma via a Parigi.

“Wow, seriamente ? “ Rob sembra essere pronto a lasciarci per saltare su un treno ad alta velocità diretto a Lione . Un film di Carax con Pattinson ? Perché no? Nulla sembra essere vietato per l’attore British , che è diventato una star con la saga di Twilight , a cui è stata succhiata la linfa vitale dai paparazzi dopo la sua relazione (e rottura) con Kristen Stewart , e oggi è corteggiato dai più prestigiosi registi il mondo.

Continue Reading →

Recensioni THE ROVER

Abbiamo raccolto nella nostra pagina facebook  le prime reazioni della stampa al film THE ROVER di David Michod con Guy Pearce e Robert Pattinson. Di seguito un breve assaggio.
imagebam.com

-LOS ANGELES TIMES-
PEARCE E’ ECCEZIONALE, PATTINSON E’ LA RIVELAZIONE!!

_________________________________________________________________________

-Movieplayer-
Questa atipica coppia di antieroi funziona anche grazie a due interpreti, con Pierce che ha qui forse uno dei migliori ruoli della sua carriera, recita con il fisico e con gli sguardi e illumina con la sua presenza ogni singola scena del film. Non è un attore che scopriamo certamente adesso, ma è anche un attore che da sempre fa “poco rumore” e vedendo performance del genere viene spontaneo chiedersi come mai. Per Robert Pattinson invece è un discorso esattamente opposto, perché è evidente che fino a questo momento ha raccolto molto più di quanto ha seminato, un po’ per il prolungato effetto Twilight e un po’ perché sembra particolarmente benvoluto da autori di grande spessore quali Cronenberg, Herzog, Gray; se finora quindi veniva abbastanza istintivo storcere il naso quando veniva nominato, da oggi in poi dovremo prestagli molta più attenzione, perché in questo film riesce finalmente a mostrare di che pasta è fatto e lo fa con un ruolo difficile, un ruolo in cui bastava davvero poco per risultare poco credibile se non addirittura grottesco e rischiare di rovinare così l’intero film. La seconda opera diretta dal talentuoso Michod è un film affascinante e riuscito per molti aspetti, ma certamente catturerà l’attenzione del pubblico soprattutto grazie alla presenza di Pattinson: il giovane attore ci regala qui la prima grande prova della sua carriera, ma ciò non toglie che è uno straordinario Guy Pearce a dominare il film dalla prima all’ultima inquadratura, con una presenza scenica straordinaria e degli sguardi che valgono più di qualsiasi dialogo. potente, ed è il genere di cosa che John Webster o Thomas Middleton e William Rowley avrebbero potuto scrivere se fossero nati nel 21 ° secolo : un incubo claustrofobico e disperato.

_________________________________________________________________________

-Cineblog-
L’intensità, quella vera, in The Rover attiene ai personaggi, al loro incedere lento in un modo che nessuno di loro riesce più a decifrare (e come potrebbe?). Sperduti, impauriti, in alcuni casi fuori di senno, anche quei comprimari “costruiti”, evidentemente fuori luogo, funzionano perché attraverso le loro stramberie, i loro atteggiamenti inquietanti, c’è tutta la tragedia di un contesto pericolosamente allo sbando. Il duo Pearce-Pattinson riesce alla meraviglia, aggiungendo uno strato ulteriore su cui varrebbe la pena soffermarsi in dettaglio se non si corresse il rischio di dire più del dovuto. Vi basti che senza di loro il film sarebbe proprio un’altra cosa – azzardiamo: fine a sé stessa addirittura. Il regista australiano trova in qualche modo un pertugio per infilarci qualcosa che punti pure allo stomaco, sebbene coperto da un manto di sana intellettualità (giusto per distinguere dall’intellettualismo), che più che alla citazione e alla cultura punta a ragionare su uno stato di cose. Per immagini. Come piace a noi.

_________________________________________________________________________

Continue Reading →

Photoshoot – Robert per Premiere –

imagebam.com  imagebam.com imagebam.com
Continue Reading →

Premiere intervista Robert

14 aprile 2014. Sono passati quattordici minuti da quando Robert Pattinson è scomparso in una delle stanze di questo grande magazzino, trasformato, per l’occasione, in uno studio fotografico che lo aiuti ad ottenere il make-up idoneo. Quando finalmente esce, il suo volto è coperto da vernice bianca e nera che svanisce solo dopo che ci siamo adoperati gettandogli litri di acqua e Gatorade in faccia.

E’ chiaro a tutti  che l’idolo adolescente della saga di Twilight è completamente scomparso. Ha lasciato al suo posto un attore che è sempre più affascinante, un artista(ha detto la sua anche sulla gestione della scena della sessione con il fotografo Danielle Levitt) la cui filmografia sta cominciando a impressionare seriamente. Dall’inizio dell’anno, ha girato con Werner Herzog(Queen of the Desert) e Anton Corbijn (Life),ai quali si aggiungerà presto  (The Lost City of Z) con James Gray. Dopo aver presentato Cosmopolis lì nel 2012, sta per ritornare a Cannes con due film: Maps to the Stars, che segna la sua reunion con David Cronenberg e The Rover, il nuovo lungometraggio del prodigio australiano David Michôd (Animal Kingdom, 2011). Un western futurista in cui Pattinson, più sconcertante che mai, dimostra che il futuro gli appartiene.

PREMIERE: Ti abbiamo lasciato due anni fa nella parte posteriore della limousine in Cosmopolis e ti troviamo ancora una volta alla guida nel nuovo film di David Cronenberg, Maps to the Stars. Lo ha fatto di proposito?
ROBERT PATTINSON: Forse stiamo sviluppando l’idea di una trilogia intorno alle limousine… non so se è stata una decisione consapevole da parte sua o meno.

PREMIERE: L’aspetto ricorrente è che in ogni film, ti ritrovi a dormire con un’attrice affermata.
ROBERT: Quella scena con Julianne Moore è stata davvero divertente. Ci eravamo conosciuti poco prima di girare.

PREMIERE: E’ stato anche il caso di Juliette Binoche quando hai girato la scena di sesso in Cosmopolis. E’ un nuovo modo di accogliere le attrici sul set?
ROBERT: Ricordo di aver visto Juliette, prima di iniziare le riprese della scena. Lei mi stava dando consigli: “Mantieni questa scelta di progetti di classe e scegli film intelligenti ” E improvvisamente, David dice: “Azione!” E cominciamo a far sesso come bestie in macchina. Molto elegante,è vero…(Ride). Faceva veramente caldo. Sudavo tantissimo,pazzesco,avevo delle gocce di sudore che mi scorrevano lungo la fronte. Mi sono chiesto se non stessi per avere un attacco di cuore. Ogni volta che una goccia cadeva, facevo di tutto per impedire che finisse sulla schiena di Julianne. E’ stato ridicolo. Ad un certo punto lei si è girata verso di me, preoccupata e mi ha chiesto: “Stai bene? Stai per avere un attacco di panico? “Ero senza fiato, completamente inzuppato,al contrario di lei.

PREMIERE: Non sembri il tipo di attore che fa solo metà del lavoro.
ROBERT: Esattamente. E’ il mio sudore che si vede sullo schermo. In The Rover, il mio problema erano le mosche. Non avevo mai visto niente di simile. Eravamo costantemente coperti di sangue finto,e appena mettevamo piede sul set ,una cinquanta di mosche erano sempre in agguato,ci circondavano. Per tutto il giorno,senza un minuto di tregua.

Continue Reading →

Le choc Pattinson – photoshoot ora in HQ

Robert fotografato da Eliot Lee Hazel per ”Cosmopolis” rende omaggio ai film passati di David Cronenberg. Sul sito personale del fotografo sono state aggiunte in alta qualità, finalmente!

  

imagebam.com
Continue Reading →

Il supporto di Robert alla Go Compaign

Robert non è nuovo alla beneficenza, lo sappiamo benissimo!

benef

E’ membro dell’InternationMedical Corps, ha  fra le altre cose realizzato un disegno (su legno verniciato di bianco con la sua firma in calce) intitolato Unfinished City per Home Plate Project, partecipato al “Dreams: The charity associaion that makes sick kids’ dreams come true”,  è stato testimonial del ”Children Hospital di Los Angeles”, dello ”Step up to Cancer”,e non è nuovo l’impegno con la Go Compaign. Nel 2010  ha messo all’asta un appuntamento con lui, per devolvere in beneficenza il ricavato. Stavolta si è aggiudicato all’asta un violoncello – ricavato da alcuni rifiuti trovati in una discarica – dalla Recycled Orchestra di Cateura, in Paraguay, con un’offerta di $ 5,600.

Estratto dell’articolo:
“Bravo Robert Pattinson ad usare la tua celebrità per aiutare la Go Campaign per dare ai bambini di tutto il mondo un futuro più luminoso e continuando a contribuire generosamente, lo scorso 14 novembreal GO GO Gala, facendo un’offerta con entusiasmo all’asta notturna in diretta.

Più di 200 ospiti – Pattinson incluso – sono intervenuti al Bel-Air Bay Club a Pacific Palisades per l’annuale Gala benefico. Tra i biglietti e le vendite all’asta, si sono raccolti più di $ 500.000 per aiutare i bambini bisognosi di tutto il mondo, fornendo loro case, educazione, riabilitazione, sicurezza dal traffico sessuale e altro ancora.

Continue Reading →